Pubblicato il

Cosa dice la prima legge di Gay-Lussac

La prima legge di Gay-Lussac definisce la formula di dilatazione volumica di un gas a pressione costante.

Continua a leggere Cosa dice la prima legge di Gay-Lussac
Pubblicato il

Quali considerazioni fare nello studio del moto circolare uniforme?

In matematica, si ha moto circolare uniforme ogni qualvolta un punto materiale, muovendosi, segue la traiettoria di una circonferenza.

In tale tipo di moto il punto materiale non cambia mai il modulo della velocità, sebbene il vettore velocità cambi direzione nel tempo. Quindi il vettore velocità del punto materiale non è costante in quanto cambia direzione ogni istante di tempo. Ogni volta che il vettore velocità cambia si ha un’accelerazione.

Continua a leggere Quali considerazioni fare nello studio del moto circolare uniforme?
Pubblicato il

Perché la divisione per zero non è possibile spiegato in modo semplice

Il denominatore non può mai essere uguale a zero. Il motivo è che le quantità risultanti sono o impossibili o indeterminate. Per poter capire meglio il significato tra “impossibile” e “indeterminato” delle frazioni si possono effettuare degli esempi, che possono aiutare a capire come mai sia necessario evitare la divisione per zero.

Si ricordi che ogni frazione è una scrittura alternativa della divisione, perciò per esempio:

Continua a leggere Perché la divisione per zero non è possibile spiegato in modo semplice
Pubblicato il

Energia potenziale nell’ atomo di idrogeno

Testo

Calcola l’energia potenziale del sistema di cariche presente in un atomo di idrogeno nel vuoto. Fai riferimento al valore presente in letteratura della distanza del raggio di Bohr.

Calcola l’energia potenziale di questo sistema di cariche nel vuoto.

Continua a leggere Energia potenziale nell’ atomo di idrogeno
Pubblicato il

Come stimare la posizione di un punto materiale in un moto qualunque conoscendone la funzione accelerazione

In questo articolo andiamo a vedere come stimare la posizione di un punto materiale in un moto qualunque conoscendone la funzione di accelerazione

Si supponga di conoscere la funzione vettoriale dell’accelerazione nel tempo \( \vec{a}(t)\) di un punto materiale. La posizione del punto materiale può essere ricavata tramite doppia integrazione successiva delle componenti della funzione vettoriale dell’accelerazione.
Si supponga dapprima che \( \vec{a}(t)\) sia costante e chiamiamo tale vettore costante semplicemente \( \vec{a}\).
Si considerino le tre componenti del vettore accelerazione costante:

Continua a leggere Come stimare la posizione di un punto materiale in un moto qualunque conoscendone la funzione accelerazione